INCENTIVI FISCALI

Il bonus risparmio energetico , o Ecobonus, è un’importante agevolazione che consente ai contribuenti di beneficiare di una detrazione fiscale dall’Irpef sulle spese sostenute per il miglioramento dell’efficienza energetica della propria casa o delle parti comuni di un condominio.

 

 

 

Nello specifico, è possibile fruire dell’Ecobonus quando si effettuano lavori che mirano a:

  1. riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento;
  2. miglioramento termico dell’edificio mediante coibentazioni, sostituzione di pavimenti, finestre, infissi;
  3. istallazione di pannelli solari.
  4. sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

In tutti questi casi si ha diritto a fruire della detrazione fiscale  del 65%:

Per le spese effettuate tra il 1° dicembre 2015 ed il 31 dicembre 2017,  la spesa massima su cui applicare la detrazione del bonus risparmio energetico è pari a:

  • 60.000 euro se si tratta di schermature solari
  • 30.000 euro se si tratta di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili.

Inoltre, per le spese effettuate tra il 1° gennaio 2016 e il 31 dicembre 2017, eventualmente da prorogare con la legge di stabilità 2018, è stata estesa la detrazione 65% anche per l’Ecobonus domotica, per l’acquisto, installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo a distanza degli impianti di riscaldamento, produzione di acqua calda o climatizzazione delle unità abitative, finalizzati ad aumentare la consapevolezza dei consumi energetici da parte degli utenti e a garantire un funzionamento più efficiente degli impianti.

Ma vediamo quali e quante sono le detrazioni che attualmente spettano per gli interventi di risparmio energetico, in attesa di conoscere le nuove detrazioni Ecobonus 2018:

 

  • Detrazione 65% casa per le spese effettuate al 31 dicembre 2017 per interventi per le singole case;
  • Detrazione 65% condominio: per le spese fino al 31 dicembre 2017 per gli interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali e per quelli che interessano tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio
  • Detrazione 70% condominio se le spese sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021 riguardano interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali che interessano l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dello stesso edificio;
  • Detrazione 75% condominio se le spese effettuate dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021 interessano interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali diretti a migliorare la prestazione energetica invernale ed estiva e che conseguono almeno la qualità media indicata nel decreto del Ministro dello sviluppo economico del 26 giugno 2015.

Secondo quanto anticipato dal ministro delle Infrastrutture Delrio, nel testo della nuova legge di Stabilità 2018 ristrutturazioni, saranno introdotte tantissime novità a partire proprio dal bonus risparmio energetico.

FONTE: GUIDA FISCO